Thailandia in un mese: il mio itinerario e quanto costa

Thailandia paese dell’anno 2015. Boom di biglietti direzione Bangkok acquistati in tutto il mondo e decine di guide che spopolano sul web. E per essere originali, ora ve ne propongo una anche io.

Itinerario, costi, alloggi e qualcosa da sapere prima di partire (farò un altro post più dettagliato con curiosità, info utili/indispensabili, escursioni, etc…).
Se state pensando di viaggiare in questo paese prossimamente dovreste proprio continuare a leggere!

LA GUIDA FAI DA TE PER UN MESE IN THAILANDIA ZAINO IN SPALLA

COSTI: 1100€ a persona
Non include il costo del biglietto aereo perché ho viaggiato con dei biglietti staff che costano molto molto meno del normale, ma in base al periodo di prenotazione, partenza e al numero di scali troverete biglietti da 300€ in su.
Include invece TUTTO il resto, dormire, mangiare, spostamenti, fregature, vizi e acquisti.
Se vi spostate e mangiate per un mese intero come un vero Thai spenderete la metà, ma se iniziate a sollazzarvi con tour imperdibili e di tanto in tanto cibo all’occidentale i prezzi aumenteranno. Non sono una che di solito cerca la pasta ca pummarola all’estero, ma vi assicuro che un mese di cibo Thai può essere stancante.
ASSICURAZIONE: € 125 a persona. Indecisi fino all’ultimo se farla o meno, ma un mese è lungo e può succedere qualsiasi cosa. La sanità in Thailandia è privata e un piccolo incidente più diventare molto dispendioso. Fatela! Noi l’abbiamo stipulata con Europ Assistance, non so come si comportano in caso di necessità, ma sono forse la compagnia più conosciuta nel mondo dei viaggiatori.

ALLOGGI: € 170 a persona. Avremmo potuto risparmiare scegliendo un ostello più economico a Bangkok e rinunciando alla camera privata in qualche altra città. In ogni caso davvero niente lussi, difficilmente si può fare di meglio. Sono circa €5 a notte.

CIBO: € 220 a persona. Non siamo dediti ad alcool né a grandi serate, però ammetto che si poteva fare molto molto meglio. Ci siamo concessi colazioni iper abbondanti e tanti spuntini “per noia”, un paio di pizze, un paio di hamburger, qualche cena di pesce. Anche qui niente lussi. Sono circa € 7 al giorno.

ESCURSIONI: € 240 a persona. Nota dolente, attrazioni ed escursioni, fregature comprese, fanno alzare il costo del viaggio perché sono fatte ad hoc per i turisti “ricchi” e giustamente costano in base alle loro possibilità. Non sono tutte imperdibili, soprattutto perché sono organizzate al minuto e non ti lasciano tempo nemmeno per respirare. Un tour de force per chi ha poco tempo e vuole fare tutto. In un prossimo post vi parlerò di quali escursioni ho fatto e se ne vale la pena. Ricordatevi di contrattare anche nelle agenzie di viaggio!

TRASPORTI: € 190 a persona. Tra tuk, tuk, treni notturni, battelli, bus più o meno malmessi, taxi inevitabili, bici sgangherate, passaggi in terza classe, qualche autostop, minivan spericolati e traghetti, si passa veramente tanto tempo negli spostamenti. Noi ci siamo adattati a tutto, ma in alcuni casi se avessimo prenotato con anticipo avremmo risparmiato tempo e soldi. Tipo da Chiang Mai alle isole noi ci abbiamo messo 60 ore e abbiamo usato TUTTI i mezzi di trasporto sopra citati, quando avremmo potuto metterci 2 ore con un volo. Viaggiando senza prenotazioni, cosa che consiglio solo se si ha abbastanza tempo da poter sprecare 60 ore e si vuole andare “lenti”, i biglietti aerei venivano a costare troppo (a pensarci bene quei 30€ in più forse bisognava buttarceli, ma quando inizi a fare i conti con la vita economica una spesa del genere sembra assurda). Sappiate che taxi e tuk tuk si aspettano che contrattiate, e che l’affare si concluderà comunque a loro favore. Minacciate di andarvene se non abbassano il prezzo e vi correranno dietro. Se non lo fanno ci saranno altre decine di tuk tuk a cui chiedere un passaggio.

*Il resto dei costi sono massaggi, regali, un paio di birre in spiaggia.*

UN MESE IN VIAGGIO: UN ITINERARIO SENSATO

Prima di partire avevo provato a programmare gli spostamenti, ma mi sono scoraggiata dopo poco perché mi sembrava tutto così caotico.

Ed è caotico. Infatti è molto più facile organizzare le cose al momento, e di treni ce ne sono ogni mezz’ora, per qualsiasi destinazione. L’unica cosa che mi sento di consigliare è quella di definire quando e quanti giorni vorrete passare nelle isole, così da prenotare un volo interno con anticipo, risparmiare tanto tempo e tanti soldi.

Con questa cartina  ho svoltato la mia vita di passeggera delle ferrovie Thailandesi e le serate di programmazione. Non vi serve altro.

Thailand railway

Cercate su google immagini “Thailand railway”

Questo itinerario è a tratti migliorabile, ad esempio per gusto personale avrei fatto a meno di almeno 2 giorni nelle isole, e avrei rimosso una tappa (continuate a leggere per scoprire quale). Come vedete le linee ferroviarie arrivano in molti punti della Thailandia, ma dove non arrivano bisogna sostituirle ai bus e ai minivan, non sempre facili da reperire.

Giorno 1. Arrivo a Bangkok
Giorno 2. Bangkok
Giorno 3. Bangkok
Giorno 4. Ayutthaya
Giorno 5. Lopburi
Giorno 6. Sukhothai
Giorno 7. Sukhothai
Giorno 8. Mae Sot
Giorno 9. Lampang
Giorno 10. Lampang
Giorno 11. Chiang Mai
Giorno 12. Chiang Mai (escursione con gli elefanti)
Giorno 13. Chiang Rai e Triangolo d’oro
Giorno 14. Chiang Mai
Giorno 15. Viaggio verso le isole
Giorno 16. Come sopra
Giorno 17. Kho Phangan
Giorno 18. Kho Phangan
Giorno 19. Escursione al Parco Marino di Ang Thong
Giorno 20. Kho Tao
Giorno 21. Kho Tao e Ang Yuan
Giorno 22. Kho Tao
Giorno 23. Kho Tao
Giorno 25. Viaggio verso Bangkok
Giorno 26. Railway Market e Amphawa
Giorno 27. Damnoen Sadouak e Amphawa
Giorno 28. Bangkok
Giorno 29. Bangkok
Giorno 30. Partenza da Bangkok

 Progetto senza titolo

BANGKOK

Bangkok puzza. Ed è inquinata. E caotica. Ma tra una maledizione e un’altra potrete vedere tante di quelle cose bellissime che 4 o 5 giorni tutti per lei sono un giusto investimento.
In un prossimo post vi aiuterò a fare un itinerario super completo, ma ora andiamo per grandi linee.


Dove ho dormito: VIVIT HOSTEL
Quanto costa: €10 a notte a persona per un posto in camerata mista da 4, colazione inclusa, A/C.
C’è una scelta infinita di hotel e ostelli di ogni genere prezzo e pulizia e districarsi nel mare magnum di booking, agoda e compagnia bella sembra veramente un arduo compito. Noi abbiamo fatto una scelta FANTASTICA, ostello nella zona vecchia di Bangkok, super nuovo e instagrammabile, pulito e comodissimo. Non è economico rispetto a quello che si trova nel resto della Thailandia, ma Bangkok non è la Thailandia. Il prezzo include colazione basica ma sufficiente. Non potevamo chiedere di meglio.
Perché sì: ambiente e centralità
Perché no: freddo polare all’interno e non è molto frequentato perché nuovo probabilmente, quindi non sarà facile fare grandi conoscenze.

*Ah a proposito, Agoda è la versione asiatica di Booking e la potrete usare come valida alternativa, ricordatevi che non accettano prepagate e che il pagamento avviene al momento della prenotazione automaticamente.*

AYUTTHAYA

È la vecchia capitale della Thailandia e molte persone la visitano con un’escursione in giornata da Bangkok. SCONSIGLIATISSIMO. Merita un giorno pieno e forse uno e mezzo, passateci la notte!
Si raggiunge con poche ore di treno da Bangkok (costa qualcosa tipo 20 eurocent) e farete così la prima esperienza di vera vita quotidiana. Scegliete la terza classe e preparatevi a sentire caldo e a trovarvi davanti a situazioni particolari. Non fatevi intimorire, è parte del viaggio.


Dove ho dormito: SLEEPHAOLIC HOSTEL
Quanto costa: €8 a persona a notte per camera matrimoniale con bagno privato, colazione inclusa, A/C.
Carino, non eccessivamente pulito, in una posizione comoda a metà strada tra la stazione e il sito storico, raggiungibile a piedi anche con gli zaini in spalla.
Perché sì: i migliori pancakes mai assaggiati
Perché no: più bello in foto che dal vivo

LOPBURI

Per la città delle scimmie una giornata è più che sufficiente. Non c’è molto da fare e io addirittura non volevo fermarmi a dormire inizialmente. Alla fine sono stata contenta di aver preso una camera perché è stato uno dei posti in cui ho goduto maggiormente del dolce far niente.


Dove ho dormito: NOOM GUESTHOUSE
Quanto costa: €4 a persona a notte per camera matrimoniale e bagno condiviso, colazione non inclusa, solo ventilatore.
Nonostante ospiti la maggior parte dei turisti di Lopburi, questa struttura è stata veramente un NO. Abbiamo dormito in un edificio separato da quello della reception e la camera era veramente terribile. E il bagno da condividere con altre 8 persone. Assurdo.
Perché sì: la reception/ristorante super accoglienti e il personale preparato
Peggior cosa: molto direttamente, la pulizia

SUKHOTHAI

Il viaggio da Lopburi sembra infinito perché per la prima vota si esce dalla linea ferroviaria. L’unico modo per raggiungere questo sito storico è prendere un treno per qualche ora, arrivare a Phitsanulok e da lì prendere un bus per Sukhothai. Verrete trasportati dalla corrente e sarà impossibile perdervi. Una volta alla stazione degli autobus di Sukhothai verrete smistati direttamente da tassisti in base alla posizione del vostro hotel. Ho scoperto che altra gente ha contrattato con questi guidatori di “taxi-furgoncino” ed è riuscita a strappare un prezzo migliore di quello che credevo fosse un prezzo fisso.


Dove ho dormito: BLUE HOUSE
Quando costa: €7 a persona a notte per camera matrimoniale con bagno privato, colazione non inclusa, A/C.
Pulitissimo ma leggermente troppo asettico. Si trova nella città nuova e la sera dell’arrivo c’era un vivacissimo e super local mercato notturno. La città vecchia e il sito storico si raggiungono con dei pulmini che passano ogni 20 minuti durante tutto il giorno, prezzo fisso, e caricano chiunque faccia il segno internazionale per “fermati mi serve un passaggio” lungo la via principale.
Perché sì: una delle strutture più pulite in cui ho soggiornato in Thailandia
Perché no: il personale parla il minimo indispensabile, non molto accoglienti

MAE SOT

Sconsiglio fortemente questa deviazione. Si tratta di una cittadina di confine con il Myanmar e la popolazione è prevalentemente birmana. Non sono riuscita a godere nulla di questa tappa perché non ha mai smesso di piovere. In ogni caso la deviazione è veramente lunga e una volta in città sarà difficile anche spostarsi senza dover prendere continuamente taxi, che non sono né facili da reperire né a buon mercato. Per raggiungere Mae Sot da Sukhothai ci sono bus diretti, ma non essendo prenotabili, quando siamo arrivati alla stazione erano già tutti pieni. Abbiamo preso allora un bus per Tak e successivamente un minivan per Mae Sot.
Iniziano le prime difficoltà di comunicazione serie.


Dove ho dormito: RETRO TWIN HOME
Quanto costa: €6 a persona a notte in camera matrimoniale con bagno privato, colazione inclusa, A/C.
Nessuno sembra conoscere il posto una volta che arriverete alla stazione. Inoltre sono disponibili solo moto taxi e se viaggiate con i bagagli dovrete trovare qualche anima pia che capisca una parola di inglese per farvi chiamare un taxi.
Il proprietario è un simpatico burlone che ci ha letteralmente derubati per una lavatrice senza asciugatrice e il suo receptionist non capisce né parla una singola parola di inglese.
La camera sembrava pulita ma poi abbiamo trovato delle ciabatte di cortesia usate e i capelli nella doccia. Terrore.
La colazione era inclusa e preparata direttamente da lui, ma siamo partiti troppo presto per poterla assaggiare.
Perché sì: forse è il meglio che potete trovare in zona
Perché no: impossibile comunicare

LAMPANG

Questa è una città a tutti gli effetti, viva, con delle strade trafficate, con un centro semipedonale, dei negozi con porte e aria condizionata.
Pensavamo non ci fosse niente da vedere, invece i templi sono uno spettacolo, e anche camminare per le vie piene di edifici in tek.
In due giorni abbiamo incontrato a malapena 4 turisti, e la gente del posto è estremamente cordiale.
Una tappa che consiglio a chi ha tanto tempo e cerca qualcosa di autentico. Tornassi indietro ci tornerei altre 100 volte.
È lungo la linea ferroviaria, ma venendo da Mae Sot l’abbiamo raggiunta con due bus con scalo a Tak.


Dove ho dormito: CITY RATSADA APARTMENT
Quanto costa: €6 a persona a notte in camera matrimoniale con bagno privato, colazione non inclusa, A/C.
Albergo comodo e super pulito. Si può raggiungere tutto a piedi da lì.
Perché sì: camera molto spaziosa e reception sempre aperta
Perché no: il primo locale che fa colazione continentale è abbastanza distante, e in un mese di Thailandia non sono riuscita ad abituarmi a fare colazione con piatti piccanti senza storcere il naso.

CHIANG MAI

La seconda città più grande della Thailandia merita almeno 4 o 5 giorni, considerando anche qualche escursione. È super vivibile e curata. Ve ne parlerò meglio.
Si raggiunge con qualche fermata di treno da Lampang o con un bus, noi abbiamo scelto la seconda opzione perché la stazione di Lampang era troppo distante dal centro.


Dove ho dormito: OLD TOWN PLACE
Quanto costa: €7 a persona a notte per camera matrimoniale con bagno privato, colazione non inclusa, A/C.
Non lo risceglierei. La camera era angusta e il condizionatore non funzionava. La reception sempre deserta. La posizione è ottimale, ma ad averlo saputo forse avremmo scelto qualcosa al di fuori delle “mura”. Infatti il centro di Chiang Mai è costituito da un perfetto quadrato di 1.5 km di lato, e la cinta muraria è una specie di fossato, attraversato continuamente da ponti. Essere al di là della strada non vi rende fuori dal centro, ma probabilmente si potrebbe avere più qualità a meno prezzo.

KOH PHANGAN

Non sono la persona adatta a dirvi come raggiungere quest’isola, visto che il mio viaggio è durato 60 ore. Una pazzia. E non è stato nemmeno economico.
Prenotate con un po’ di anticipo un volo diretto a Koh Samui e poi da lì perdete un traghetto per Koh Phanan e Koh Tao.
L’isola è abbastanza grande e servirebbe un motorino per girarla agevolmente. Noi eravamo a piedi e siamo rimasti quasi sempre nella spiaggia del nostro resort.


Dove ho dormito: HAAD SALAD VILLA
Quanto costa: €13 a persona a notte per bungalow privato con bagno e terrazzino, colazione non inclusa, A/C.
Spartano ma super romantico. Costo adeguato (come vedete nelle isole i prezzi cambiano parecchio, è l’effetto turismo di massa) e reception sempre disponibile. Il servizio è un po’ alla mano, ma per qualsiasi bisogno hanno una risposta pronta.
La spiaggia dove si affaccia questo resort è una delle più belle dell’isola, e una delle poche dove è possibile fare snorkeling tra la barriera corallina.
Perché sì: la pace dei sensi
Perché no: non c’è acqua calda in bagno

KOH TAO

L’isola da cui ci aspettavamo di più in realtà è costituita da una lunga spiaggia brutta dove la marea non permette mai un bagno come si deve e dove attraccano decine di long tail boat rendendo l’acqua marrone, e tutto il resto dell’isola molto selvaggio ma raggiungibile maggiormente via mare. Qui si può fare buono snorkeling, ma è indispensabile pagare un tour organizzato o una barca privata.


Dove ho dormito: SAIREE SEA VIEW HOTEL
Quanto costa: €10 a persona a notte per camera deluxe (?) con bagno privato, colazione non inclusa, A/C.
Male male questo hotel. La posizione relativamente scomoda, a soli 10 minuti a piedi dal centro e dalla spiaggia, ma la sera non è il massimo tornare. Certo, il bungalow sulla spiaggia probabilmente ha un altro prezzo rispetto a questo hotel sulla collina che per offrire la vista mare vuole un supplemento imbarazzante.
Personale abbastanza scontroso, ma la cosa peggiore era la puzza. C’era perennemente puzza di immondizia, come se sorgesse sopra ad una discarica, e dopo la pioggia (in Thailandia nella stagione umida piove almeno 1 ora al giorno tutti i giorni) la camera veniva invasa da una puzza di fogna intollerabile. Abbiamo chiesto di cambiare camera ma la soluzione è stata spruzzare un po’ di profumo per ambienti.
Perché sì: camera grande
Perché no: puzza insopportabile

AMPHAWA


Abbiamo dormito in questa piccola cittadina per ben due notti per poter vedere con calma i mercati a sud di Bangkok. Mai scelta fu più azzeccata.
Amphawa vede molto raramente turisti, ancora meno turisti che rimangono a dormire, praticamente più unici che rari quelli che rimangono per più di una notte.
Abbiamo assaporato la vita lenta e rilassata che tanto volevamo dalla Thailandia e siamo felici di aver scelto di non fare un’uscita in giornata da Bangkok, la classica ammazzata turistica.

Dove ho dormito: BAAN MALIHOM
Quanto costa: €12 a persona notte per camera matrimoniale con bagno privato, colazione super abbondante inclusa, A/C.
È più un B&B che un hotel, infatti si tratta di una stanza ricavata nella casa di una simpatica signora e di suo figlio che si occupa di tutta la gestione. La camera è molto piccola ma accogliente e pulita. Il letto è molto strano, un materasso in pelle su cui le lenzuola scivolano fastidiosamente. La veranda della casa è affacciata sul fiume, con accesso diretto in acqua (non che abbia pensato di mettere i piedi a mollo) e vista varani. La colazione è tipica thailandese e fin troppo abbondante, preparata espressa dalla signora.
Perché sì: atmosfera familiare
Perché no: è molto umile, ma non trovo un motivo per cui non ci tornerei

 

La regola d’oro per la scelta della camera in Thailandia è: ARIA CONDIZIONATA.
Anche se non la sopportate e pensate che non la userete mai, vi ricrederete.
In Thailandia è caldo e umido, un’umidità inimmaginabile, e tornare in una camera fresca e asciutta dopo una giornata in giro sarà un piacere estremo, come fare la pipì quando ti scappa tantissimo o comprare una bottiglietta di acqua fresca dopo aver finito quella a temperatura da tè.

Annunci

2 pensieri su “Thailandia in un mese: il mio itinerario e quanto costa

  1. Giulia ha detto:

    Ma dai, anche noi abbiamo dormito ad Haad Salad Villa, mi sono trovata benissimo in quel posto! Personale gentile, cibo buono e la nostra camera era proprio carina 🙂 la spiaggia poi è favolosa, un vero angolo di paradiso.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...