Val d’Orcia: 6 borghi per un weekend da cartolina

IMG_8041.jpg

Se volete passare un weekend all’insegna di panorami che infondono tranquillità, buon cibo e passeggiate nella natura, la scelta non può che ricadere sulla Val d’Orcia.

Piccoli borghi si susseguono a pochi km di distanza l’uno dall’altro rendendo questa zona collinare a sud di Siena un perfetto posto da esplorare on-the-road in moto o in macchina.

Qui la natura la fa da padrona, e i panorami si evolvono con la cadenza naturale delle stagioni offrendo panorami sempre diversi.

Vi propongono un itinerario ideale percorribile in 3 giorni, a meno che non amiate attardarvi in tutti i negozini che vendono prodotti tipici della regione. In quel caso ve ne serviranno almeno 15.

MONTEPULCIANO

montepulciano.jpg

La prima sosta di questo itinerario spetta a Montepulciano, cittadina medievale che gode di una posizione privilegiata sulla cima di un colle, con vista dall’alto della Val d’Orcia e della Val di Chiana. Se il panorama tutt’intorno è completamente agreste, basta varcare la porta principale della cinta muraria per trovarsi a camminare lungo le vie in salita ornate da eleganti palazzi in stile rinascimentale.

san biagio.jpg

Dal lato opposto rispetto a questo ingresso, poco fuori le mura, in fondo alla valle, si può raggiungere a piedi il maestoso Tempio di San Biagio. Percorrere  la strada per tornare nel centro della cittadina può risultare un po’ faticoso, ma la quiete che vi aspetta ai piedi del tempio vale lo sforzo.

PIENZA

pienza.jpg

Forse Pienza è il borgo più ad uso e consumo dei turisti di tutta la Val d’Orcia. Una via principale invasa da bei negozi di ceramiche dipinte a mano, pellame, antiquariato; la piccola e fiorita piazza; i vicoli curati che portano al belvedere sulla Valle. Oltre ad una più o meno breve passeggiata, Pienza va apprezzata nella sua più famosa variante culinaria: il Pecorino di Pienza.

Curiosità: le colline intorno Pienza sono una delle location del film Il Gladiatore.

SAN QUIRICO D’ORCIA

san quirido.jpg

Tra Pienza e San Quirico d’Orcia procedete lentamente. Tra le sinuose colline sorge una delle più fotografate chiese d’Italia, la Cappella della Madonna di Vitaleta circondata dai tipici cipressi e isolata nella suo magico ambiente.

Anche San Quirico merita una breve visita, come tutti gli altri borghi della zona, ma ad essere sincera non vi aspettate nulla di troppo diverso da ciò che avete già visto.

BAGNO VIGNONI

bagno vignoni.jpg

Piccola località termale della Val d’Orcia, Bagno Vignoni non è nemmeno un borgo, ma una frazione. Consiste in una piazza, la Piazza delle Sorgenti. La particolarità sta nel fatto che questa piazza è una vasca termale. Piacevole vista per una breve sosta.

ABBAZIA DI SANT’ANTIMO

sant'antimo.jpg

Proseguendo il percorso dirigetevi verso l’Abbazia di Sant’Antimo. Una bellissima struttura romanica immersa tra ulivi e i cipressi dove oggi risiede una comunità di monaci benedettini. Se sarete fortunati arriverete in tempo per assistere ad una delle sette sessioni giornaliere di canti spirituali.

MONTALCINO

montalcino.jpg

Ultima tappa del tour è Montalcino. Anche questo borgo sorge in cima ad una collina ed è circondato da un panorama affascinante. La possente cinta muraria è sovrastata dalla rocca, oggi perfetta location del Jazz & Wine festival.

Passeggiate lungo le pittoresche vie e fermatevi a degustare un bicchiere del famoso Brunello di Montalcino, prodotto da vitigni di Sangiovese fin dagli ultimi anni dell’800.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...