Cabo de Gata, oltre l’Andalusia classica

IMG_0911.jpg

L’Andalusia non è una vacanza di mare.

C’è il sole, c’è il caldo, ci sono le spiagge. Ma potreste rimanere delusi scoprendo che la Costa del Sol, tra Gibilterra e Malaga, così come la Costa de la Luz, non sono allo stesso livello di tutte le altre bellezze andaluse.

Solo se avrete la pazienza di andare un po’ più a est, oltre Almerìa, poco prima che la costa inizi a risalire, sarete ricompensati da uno dei luoghi più nascosti e incontaminati della Spagna.

Sto parlando del Parque Natural Cabo de Gata.

La strada da percorrere potrebbe scoraggiarvi. Tutto è estremamente desertico, non a caso siete nei pressi del Desierto de Tabernas. Una zona arida, grigia, secca, che mantiene però un certo fascino, soprattutto se pensate che qui sono stati girati i più celebri film western di Sergio Leone.

Ma non c’è solo deserto. Ci sono anche le serre di pomodori. Tante serre di pomodori. Talmente tante che a un certo punto vi dimenticherete di essere in mezzo al deserto.

Tutto questo per farvi capire che dovrete essere tenaci, e proseguire nel nulla contro ogni avversità. D’altra parte vi ho parlato di un posto nascosto ed incontaminato.

Arriverete a San José, piccola località di pescatori che negli anni ha creato una dimensione turistica tra le più sviluppate della zona. Questa crescita non ha però intaccato la bellezza naturale delle due spiagge più famose, Los Genoveses e Mòsul, ancora libere dal turismo di massa che preferisce altre zone della Spagna.

ojnkh.jpg

C’è poi un altro posto di mare, molto apprezzato dai locali, che entusiasti e con gli occhi luccicanti di meraviglia consigliano ai turisti senza pensarci due volte.

Si tratta di Playa de los Muertos.

E qui vorrei essere sincera. Le aspettative sono alte. Si scende per 15 minuti lungo un sentiero di terra e sassi che dalla strada conduce fino al mare, si arriva in questa spiaggia di ciottoli bianchissimi che sono anche incredibilmente comodi, l’acqua è FANTASTICA. Azzurra, pulita… WOW, è tutta un’espressione di stupore… finché non volti lo sguardo a sinistra.

mare.gif

A sinistra, raggiungibile a piedi, c’è un’enorme industria di non so bene cosa. Proprio lì, in mezzo al nulla, nel sud più sud della Spagna, mentre soffri la sete perché hai finito l’acqua e non c’è nemmeno una botteghina “perché sennò rovina l’ambiente”. Si erge così, sfacciatamente, questo mostro marino.

Ma tutto sommato, se non volti lo sguardo a sinistra, sei ancora in un posto magnifico!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...